Pantone, RAL e NCS – ne sentiamo tanto parlare nel mondo pubblicitario e della creatività ma cosa sono e quando si usano?
Approfondiamo il significato e l’utilizzo di questi tre codici colore per poter parlare lo stesso linguaggio dei colori!

Pantone

Mazzetta PANTONEDa molti anni l’azienda statunitense Pantone LCC fornisce sistemi e linguaggi universali per aiutare ogni persona, professionista e non, a comunicare in maniera semplice ed efficace nel mondo dei colori. Non è più necessario scambiarsi dei campioni fisici di materiale per copiare il colore corretto ma si utilizzano semplicemente dei codici colore validi in tutto il mondo.
Attualmente ci sono due sistemi colore Pantone: Pantone Matching System (PMS) e il Pantone Fashion, Home + Interiors. Il primo viene utilizzato per la grafica, il secondo per i prodotti tessili e per i rivestimenti e pigmenti.

Pantone realizza delle mazzette colore dove sono presenti tutti i colori Pantone con le relative codifiche.

I colori PMS sono contrassegnati con delle lettere specifiche che indicano il supporto sul quale vengono riprodotti i colori:
C (Coated): il colore viene stampato su carta patinata per una finitura lucida, come ad esempio accade nella stampa delle riviste.
U (Uncoated): quando viene utilizzata una carta non patinata e quindi una superficie più porosa, come accade ad esempio nelle carte intestate.

Il PMS comprende sia i colori solidi sia i colori in quadricromia (CMYK). I colori solidi, chiamati anche colori spot, vengono utilizzati nella stampa offset in quanto viene formulato il singolo colore e poi applicato a tutta la stampa. I colori in quadricromia, invece, usano i colori base ciano, magenta, giallo e nero (CMYK) che applicati poi in percentuali differenti creano colori specifici.PANTONE 185C ROSSO CORSA

Ad esempio, con le nostre stampanti digitali, utilizziamo i colori in quadricromia in quanto ogni stampante possiede gli inchiostri solo di colore ciano, magenta, giallo, nero e a volte il bianco. Per intenderci, funzionano come le stampanti che abbiamo tutti in ufficio e/o in casa.

Nel nostro lavoro, utilizziamo il riferimento Pantone PMS quando dobbiamo stampare delle grafiche di cui i colori devono essere perfettamente allineati al progetto e alla comunicazione aziendale.
Ad esempio, in qualunque parte del mondo e su qualsiasi supporto venga riprodotto, il colore rosso corsa di Ferrari deve corrispondere al PMS 185C.

RAL

Mazzetta RALRAL è un linguaggio dei colori utilizzato prevalentemente nell’ambito delle vernici e dei rivestimenti, ha origini tedesche e deriva dall’acronimo Reichs-Ausschuß für Lieferbedingunge.

I codici colore RAL sono identificati con un numero di 4 cifre: la prima cifra sta ad indicare la gradazione di colore principale, ovvero 1: giallo, 2: arancione, 3: rosso, 4: viola, 5: blu, 6: verde, 7: grigio, 8: marrone and 9: bianco e nero tonalità. Mentre le altre 3 cifre sono scelte in modo sequenziale.

Quotidianamente, utilizziamo il linguaggio dei colori RAL quando dobbiamo verniciare superfici metalliche come quelle di totem o insegne. Prediligiamo la verniciatura alla stampa digitale in particolar modo nella realizzazione di manufatti da installare in esterno.

NCS

Mazzetta NCSIl Natural Colour System (NCS) è una codifica universale dei colori basata sulla percezione umana dei colori e non sulla loro mescolanza. Il sistema NCS si fonda sui sei colori fondamentali (bianco, nero, giallo, rosso, blu e verde) i quali a livello percettivo non sono associabili a nessun altro colore. Le notazioni dei colori NCS si basano sulla somiglianza con questi sei colori elementari.

Prendiamo ad esempio il codice NCS S 4030-R90B

La notazione 4030 indica la nuance, ovvero il grado di somiglianza con in nero e la massima cromaticità: la nerezza è del 40% e la cromaticità del 30%. La tonalità R90B indica la somiglianza in % del colore a due colori elementari, in questo caso al rosso (R) e blu (B).
NCS S 4030-R90B è un blu turchese.

Utilizziamo il linguaggio dei colori NCS soprattutto quando dobbiamo tenere come riferimento dei colori riprodotti con pitture e intonaci.

 

Pantone, RAL e NCS sono i tre codici che utilizziamo più frequentemente nel nostro lavoro a seconda del tipo di lavorazione che dobbiamo effettuare, ad esempio se stampare in digitale o verniciare, e in base al contesto in cui ci troviamo, ad esempio, se l’interlocutore è un pittore, utilizziamo il linguaggio NCS.

Ogni volta che dobbiamo realizzare un progetto grafico, è bene avere sempre a portata di mano una delle tre mazzette colore per prendersi nota dell’esatto codice colore per poi riprodurlo alla perfezione!