Molte volte quando si pensa alla realizzazione di uno stand fieristico si inizia subito a pensare alla sua struttura, all’arredamento, alle dimensioni e in seguito si decide come poter sfruttare gli spazi progettati per comunicare chi è l’azienda e i messaggi che si vogliono trasmettere ai visitatori. Non sempre, quindi, viene data la priorità alla comunicazione nello stand fieristico ma bensì agli aspetti costruttivi e architettonici.

Nel caso dello stand COMETFER che abbiamo prodotto in occasione della fiera Made In Steel tenutasi a Milano dal 14 al 16 maggio, la prima cosa che abbiamo affrontato in fase di progettazione è stata proprio la comunicazione e i temi che dovevano apparire in primo piano.

Nel concreto, per decidere il tipo di comunicazione da realizzare abbiamo concentrato la nostra attenzione principalmente sui seguenti punti:

  1. Analisi della situazione attuale dell’azienda: l’azienda COMETFER è tra i leader nel settore del riciclo di materiali ferrosi, recupero di rottami metallici e sfridi industriali. Per loro era la prima partecipazione a Made In Steel, una fiera dedicata all’acciaio e alla quale i rottamatori non sono soliti partecipare.
  2. Obiettivo della fiera: cercare fornitori e non clienti. Solitamente un’azienda partecipa come espositore ad una fiera per attrarre e acquisire nuovi clienti, COMETFER invece aveva lo scopo di acquisire nuovi fornitori in quanto desideroso di comprare i rottami da aziende che producono scarti metallici. Quindi, la maggior parte degli espositori a Made In Steel potevano essere potenziali fornitori per COMETFER.
    Era quindi fondamentale riuscire a far capire agli altri partecipanti della fiera, il ruolo e i servizi che COMETFER offre e in particolar modo perché si differenzia da tutti gli altri rottamatori.

Essendo questa la loro prima volta in fiera ed essendo una realtà molto particolare in Made In Steel, è stato deciso di puntare molto sulla comunicazione per permettere loro di ottenere più visibilità possibile e di farsi conoscere. Per noi è stata una sfida interessante in quanto siamo partiti da una situazione insolita nonché opposta da quanto siamo abituati a sviluppare.

Abbiamo quindi studiato la struttura partendo da cosa doveva era importante comunicare ai visitatori:

  1. Brand. Per dare visibilità al brand e porlo al centro dell’attenzione abbiamo realizzato una parete centrale in 3D con il grande marchio e le simbologie chimiche dei materiali che COMETFER tratta principalmente. La parete non è un muro pieno ma ha un effetto vedo-non-vedo in modo da dare un po’ di privacy allo spazio assegnato per gli incontri più riservati ma allo stesso tempo mantiene gli spazi dello stand fieristico ampi.
  2. L’Azienda. All’interno dello stand c’è un grande cubo centrale decorato con delle stampe digitali quadrate dove si racconta la storia dell’azienda e le sue capacità produttive. All’interno di questo si trova lo sgabuzzino. In questo modo si è sfruttato uno spazio ampio come ripostiglio e catering ma anche tre grandi pareti sulle quali comunicare.
  3. Metalli lavorati. Era importante comunicare quali materiali COMETFER può riciclare visto che un suo punto di forza è proprio la vasta gamma di metalli che l’azienda può lavorare durante i suoi processi di recupero. È stato deciso di realizzare sei imponenti totem bifacciali da un grande impatto visivo. Le foto che raffigurano i singoli metalli sono state stampate direttamente in pannelli di alluminio satinato così da avere un vero e proprio effetto metallico.

Una volta studiate le strutture dello stand, abbiamo inserito le grafiche e le foto realizzate da Studio Italia Tech Srl.

Conclusa la fase di progettazione, abbiamo poi iniziato la vera e propria produzione di questo stand fieristico: stampa digitale, decorazione, costruzione delle strutture, impianti elettrici ed infine il montaggio presso la fiera di Milano. Una volta concluso il Made In Steel, ci siamo occupati anche dello smontaggio e riconsegna presso COMETFER; tutto è pronto per il prossimo riutilizzo. Questo stand fieristico è stato progettato seguendo l’ottica del riciclo: nessun elemento è stato buttato via ma tutto può essere riutilizzato per la prossima fiera, magari cambiando semplicemente le grafiche.

Anche la semplicità dei trasporti è un aspetto molto importante. Tutto lo stand è trasportabile con un unico e semplice Iveco Daily guidato con patente B.

Ringraziamo COMETFER per la fiducia per questa prima nostra collaborazione insieme; ringraziamo anche Studio Italia Tech Srl per la vera professionalità e per la qualità del lavoro svolto.